CATANIA: NUOVE SCOPERTE ARCHEOLOGICHE IN IRAQ

 

La seconda campagna di scavi della missione archeologica in Iraq dell’Università di Catania, si è conclusa con nuove scoperte, dopo mesi di intense attvità di ricerca.

 

Gli archeologi hanno riportato alla luce il complesso sistema di fortificazioni e di controllo delle acque che segnava il versante nord-orientale della città di Tell Muhammad, costruita all’inizio dell’epoca Paelobabilonese nei luoghi dell’attuale Baghdad.

 

La campagna di scavi, diretta da Nicola Laneri, afferma: “A conclusione delle ricerche – dice Laneri – il ministro della Cultura dellIraq Ahmed Fakak, il direttore dello State Board of Antiquities and Heritage Laith Hussein, l’Ambasciatore italiano in Iraq Maurizio Greganti e l’ambasciatrice australiana Paula Ganly, hanno visitato il sito, apprezzando la straordinarietà delle scoperte di una delle poche città mesopotamiche che testimoniano le incredibili capacità ingegneristiche degli antichi babilonesi nell’epoca dei sovrani della I dinastia di Babilonia, e in particolare di Hammurabi”.

Back to top
en_GB