LA VALLE DEI TEMPLI IN 3D

 

Un nuovo modo per scoprire com’è e com’era la Valle dei templi, attraverso un percorso immersivo, indietro nel tempo, che permetterà ai visitatori di scoprire com’era originariamente il Parco archeologico. La visita è dotata di audio guida, accompagnata da ricostruzioni virtuali del Parco, durante il V secolo a.C. ai tempi degli antichi greci.

 

Il progetto si chiama “Valle dei Templi 3D”, reso possibile grazie ad un’audio-video-guida che affianca il classico percorso di visita: si tratta di un’esperienza visiva che dà la possibilità di vedere i templi dell’antica Akragas ricostruiti in tutto il loro antico splendore.

 

Dice l’assessore regionale ai Beni Culturali Francesco Paolo Scarpinato: “La Valle dei templi diventa sempre più attrattiva, un unicum tra presente e passato per immergersi, attraverso la realtà virtuale, in un viaggio che l’ha vista protagonista della nostra storia. Questo è un ulteriore tassello affinché Agrigento si faccia trovare pronta per la sfida che l’attende come Capitale della cultura italiana nel 2025”.

E’ un progetto frutto della sinergia tra il Parco Valle dei templi e CoopCulture – che gestisce i servizi aggiuntivi – con la collaborazione del CNR – Istituto di scienze e tecnologie della cognizione.

“La Valle dei templi – aggiunge Roberto Sciarratta, direttore del Parco archeologico – diventa sempre più accessibile a tutti perché questo percorso consentirà di viverla andando indietro nel tempo, ascoltando storie e mondi lontani, scoprendo le architetture e le costruzioni originali, il tutto attraverso il proprio smartphone”.

 

Dopo molteplici approfondimenti sono stati realizzati modelli dei templi in tre dimensioni simili agli originali, non solo dal punto di vista delle forme architettoniche, ma anche nella rappresentazione dei materiali e delle decorazione.

 

Il visitatore avrà così la possibilità di immergersi nella realtà della Valle dei Templi, grazie all’utilizzo dell’app scaricabile da App Store e Play Store, dal nome “Valle dei Templi 3D”, contenente “viste” di diversi templi e aree sacre ricostruite in 3D. Così, la ricostruzione virtuale degli edifici a tutto schermo, sovrapponibile alla visione reale dei monumenti, produce uno straordinario effetto di potenziamento percettivo e un’immediata conoscenza dell’aspetto origiginario dei templi, senza più dover utilizzare l’immaginazione e la fantasia.

 

 

 

 

 

 

Back to top
en_GB