LUX IN TENEBRIS AL PARCO ARCHEOLOGICO DI TINDARI

 

Un bagliore di ottimismo, un messaggio di serenità che si diffonde, propiziatorio e augurale, su monumenti iconici dei luoghi del Parco Archeologico di Tindari e su località rappresentative. Dopo il successo ottenuto dalla manifestazione “Il Sorriso degli Dei” e per la prima volta dalla sua creazione, il Parco, guidato dall’architetto Anna Maria Piccione, presenta una nuova rassegna natalizia.

 

Denominata “Lux in Tenebris”, la nuova concezione è stata ideata dalla direttrice artistica Anna Ricciardi e prevede installazioni luminose, recital e concerti nei siti archeologici del Parco per tutto il periodo delle festività natalizie. “Da Tindari – spiega Anna Ricciardi – si diffonderà una luce che illuminerà tutti i siti del Parco, trasmettendo ovunque un messaggio di pace e speranza. Sarà una vasta oasi di luce, augurale e propiziatoria. L’obiettivo è celebrare la sacralità della vita, oggi minacciata dalle guerre che si susseguono nel mondo”.

 

In occasione di questo evento, grazie alla stretta collaborazione con il Consorzio Intercomunale Tindari-Nebrodi, il 24 dicembre e il 5 gennaio verrà illuminato anche il grande scoglio situato nel Golfo di Patti (l’ultima volta nel 1615, ben 408 anni fa). La rassegna è organizzata dal Parco Archeologico, ma conta sulla collaborazione di numerose realtà istituzionali e associative, tra cui “Daf produzioni” (Teatro dell’esatta fantasia), che ha reso possibile la programmazione, nell’ambito di “Lux in Tenebris”, completamente dedicata a bambini e ragazzi. Una rete, già testata durante la precedente rassegna, che mira a diffondere e promuovere, attraverso l’arte e la cultura, la conoscenza dei siti che costituiscono il Parco Archeologico (diffondendo contemporaneamente messaggi universali), seguendo un metodo ormai diventato un tratto distintivo dei vertici dell’Ente.

 

“Con ‘Lux in Tenebris’ – commenta l’arch. Anna Maria Piccione – continuiamo lungo la strada già tracciata, con l’obiettivo di valorizzare gli straordinari siti del Parco Archeologico attraverso eventi performanti e installazioni all’interno degli stessi siti, trasformando i monumenti in scenografie naturali straordinarie. In occasione del Natale, abbiamo voluto lanciare anche un concreto messaggio di pace, cercando di trasmettere valori universali come la speranza e il riscatto. Ringrazio i partner istituzionali, le Pro Loco e le associazioni che hanno creduto in questo progetto e che continuano, insieme a noi, a alimentare questa straordinaria rete culturale”.

 

Programma:

 

20 dicembre

 

Villa Romana di Patti Marina, ore 18.00: inaugurazione, Installazione Natività dei maestri Giuseppe Pizzardi e Valeria Ingrassia; esposizione Presepi al museo (a cura della Pro Loco di Patti).
Villa Bagnoli di Capo d’Orlando, ore 16.00: installazione Fiat Lux (tecnica mista su legno) di Giacomo Miracola (a cura dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Capo D’Orlando).
Grotta di San Teodoro, Acquedolci, dalle ore 9.00 alle 16.00: Installazione Nativitas (a cura della Pro Loco e dell’Associazione Rangers International ODV di Acquedolci).

 

24 dicembre e 5 gennaio: Illuminazione dello scoglio di Patti (1615; 2023); rievocazione spagnola (a cura del Consorzio intercomunale Tindari – Nebrodi e della Proloco di Patti).

 

Dal 25 dicembre al 1 gennaio: Lux In Tenebris et Pax ominibus, illuminazioni notturne speciali dedicate alla pace nei siti e sui monumenti del Parco: Teatro Greco di Tindari, Castello di Tripi, Villa romana di Terme Vigliatore, Chiesa di San Francesco (Patti), Chiesa di San Nicolò di Bari (Gioiosa Marea), Faro di Capo d’Orlando, Grotta di San Teodoro (Acquedolci), Il Milite (San Fratello), Porta a Terra (Tusa).

 

27 dicembre: Chiesa S. Maria delle Grazie (Alesa – Tusa) e Masseria, ore 15.30: Presepe vivente (a cura della parrocchia Maria SS Assunta, parrocchia Maria SS della Catena, Arci, Ltt e Comune di Tusa). A seguire: “Bagliori”, recital. Testi da Pitrè, Seneca, Gianfranco Perriera e Michele Perriera. Voce narrante Cinzia Maccagnano, fiati Fabio Sodano.

 

30 dicembre: Tindari, ore 18.00: La notte della Cometa, alla scoperta del cielo di Tindari, con l’astronomo Mario Giuseppe Guarcello (a cura dell’INAF Osservatorio Astronomico di Palermo e della Pro Loco di Tindari, con la collaborazione di Carmelo Algeri).

 

5 gennaio: Teatro Greco di Tindari, 11,30: Gran Concerto di Capodanno, musiche da Strauss a Puccini (Coro Lirico Siciliano, in collaborazione con Parco archeologico di Tindari e Orchestra Filarmonica della Calabria); Antiquarium Villa Romana di Patti Marina, 17,30: Lux in Tenebris, cantata per due voci, con Cinzia Maccagnano ed Elio Crifò. Fiati Antonio Putzu.

 

Edizione speciale: Il Parco incontra i bambini e i ragazzi, con la produzione di Daf (Teatro dell’esatta fantasia).

Parole della Notte, monologo teatrale di narrazione ispirato al Libraio di Selinunte, di Vecchioni:

21 dicembre, ore 10, Auditorium Giovanni Verga, Acquedolci; 21 dicembre, ore 16, Museo Ermenegildo Latteri, San Fratello; 28 dicembre, ore 17,30, Auditorium Chiesa San Vincenzo Martire, Tripi; 03 gennaio, ore 16,30, Sala teatrale chiesa S. Maria dello Spirito, S. Giorgio di Gioiosa Marea.

La leggenda del Natale scongelato, di A. Campolo e G. Drago, con Claudia Zappia e Antonio Previti: 29 dicembre, ore 18, Teatro allo Scalo, Capo D’Orlando.

 

(L’apertura dei siti segue gli orari: 09.00 – 16.00). Tutti gli spettacoli sono gratuiti, eccetto il Gran Concerto di Capodanno al teatro greco di Tindari. (Biglietti disponibili online e in tutti i punti vendita TicketOne, Box Office Sicilia e Tickettando)

Back to top
en_GB