PASSATO E PRESENTE: GLI ARCHEOLOGI RIPORTANO ALLA LUCE L’ANTICA CITTÀ DI TELL MUHAMMAD

 

Gli archeologici tra il passato e il presente hanno reso possibile la scoperta di un’antica città sepolta, vicino Baghdad.

 

Grazie agli scavi archeologici svolti dall’Università di Catania, sono stati portati alla luce gli antichi resti della città di Tell Muhammad, abbandonata dopo la caudtya di Babilonia avvenuta nel 1595 a.C.

 

Le ricerche sul sito mesopotamico sono state svolte sotto la guida del professore Nicola Laneri, docente del dipartimento di Scienze umanistiche dell’Università di Catania, in cui insegna Storia e Archeologia dell’Arte del Vicino Oriente.

 

Le scoperte effettuate durante la campagna di scavi testimoniano le immense capacità ingegneristiche degli antichi babilonesi durante il il regno della Prima Dinastia di Babilonia. Le ricerche effettuate sul campo, permettono di collegare la storia passata con quella attuale.

 

Il progetto archeologico che funge da intermediario tra il nostro paese e le nazioni in cui i ricercatori operano, contribuisce alla valorizzazione del patrimonio archeologico, a dare identità e riportare alla memoria le vicende storiche.

Back to top
en_GB