SEGESTA: INAUGURATA L’INSTALLAZIONE “PHIMES”

 

Venerdì 22 dicembre alle ore 15:30, presso il Castello Eugenio di Calatafimi Segesta, è stata inaugurata Phimes, un’installazione progettata da Gandolfo Gabriele David.

 

L’artista ha voluto rendere omaggio alla tradizione dei pani votivi in Sicilia e più nello specifico al cuciddatu, di forma circolare e di sole, legato al culto del SS. Crocifisso e ai rituali agrari di morte e rigenerazione.

 

L’opera, è stata realizzata dalla ditta locale “Leonardo Vultaggio” ed è stata creata grazie alla partecipazione dell’Amministrazione Comunale e della Pro Loco.

 

Lo scopo dell’opera è quello di stabilire un contatto diretto con Elyma, che si snoda in  un percorso all’interno del Parco Archeologico di Segesta, formato da installazioni vegetali e sculture, simboleggianti il rapporto tra uomo e natura.

 

Afferma Francesco Gruppuso, sindaco della cittadina di Segesta: “Con questa installazione vogliamo sottolineare la continuità tra Segesta e Calatafimi in nome di riti e tradizioni che sono radicati nel territorio, dal mitico passaggio di Demetra e alla fede nel SS. Crocifisso. Questa scultura, affidata alla progettazione dello stesso artista di Elyma, suggella in nome dell’arte la sinergia con cui le due istituzioni, Parco e Comune, stanno lavorando per il territorio”.

 

Anche l’archeologo Luigi Biondo, direttore del Parco Archeologico di Segesta, esprime tutta la sua soddisfazione per la realizzazione di quest’opera, che oltre ad evidenziare il rapporto tra uomo e natura, evidenzia il passaggio di consegna tra vecchie e nuove generazioni.

Related articles

Back to top
en_GB