SELINUNTE: L’APE NERA E I SUOI PRODOTTI

 

Una visita guida dedicata allo studio delle api e alla conoscenza dei loro prodotti, all’interno del Parco Archeologico di Selinunte, che ad oggi ospita l’ape nera sicula, una specie considerata in via d’estinzione.

 

L’esperienza proseguirà all’interno del tempio E per ammirare la recente scoperta di un alveare naturale e si concluderà con la degustazione del miele prodotto proprio dagli alveari di Selinunte.

 

Il Parco Archeologico di Selinunte, non è considerato soltanto il Parco Archeologico più grande d’Europa, ma considerato anche come un luogo in cui la natura e la biodiversità si incontrano. Infatti, proprio recentemente, è stato scoperto un alveare di ape nera sicula, che giace tra le antiche rovine del meraviglioso tempio E.

 

Si tratterebbe di una specie, raccontata dagli antichi autori come Varrone e Virgilio, che ha popolato per milleni la Sicilia, ad oggi però a rischio estinzione, ma che all’interno del Parco trovano il loro habitat naturale grazie alla sua rigogliosa natura.

 

Dopo aver raggiunto lo spazio all’interno del Parco dove sono collocate le arnie, in una parte del Parco paesaggistica e rurale, non troppo distante dai resti archeologici, l’apicoltore farà indossare ai visitatori delle tute di protezione per poter avvicinarsi negli Apoidei. Dunque, sarà possibile osservare da vicino le caratteristiche fisiche delle api nere, ma anche di tutte le componenti dell’arnia.

 

Al termine della visita guidata, verrà raggiunto il tempio E, sulla collina orientale. Qui l’apicoltore mostrerà la recente scoperta dell’alveare naturale di ape sicula, considerato un esempio unico di grande interesse naturale e di biodiversità.

 

Il laboratorio si concluderà con la degustazione del miele prodotto proprio dalla specie di ape nera sicula, considerato prezioso e pregiato.

Back to top
en_GB