SELINUNTE: LE LUCI DELL’ALBA TRA I TEMPLI

 

Nei giorni 20 e 27 agosto, il Parco Archeologico di Selinunte, apre le sue porte al pubblico in un orario lontano da quelli ordinari, tra il buio della notte e le prime luci del giorno, creando un’atmosfera unica ed indimenticabile, che lascerà ai visitatori il ricordo di un’esperienza indelebile attraverso le sonorità mediterranee che spaziano dall’Africa all’Europa, passando per la nostra Sicilia, punto principale di contatto.

 

Assistere al sorgere del Sole, crea emozioni indimenticabili e un’esperienza unica ed irripetibile quando avviene in un luogo storico e potente, quale è Selinunte. L’alba, proprio qui, apre le sue porte: i visitatori potranno camminare al sorgere del sole e ammirare la magnificenza paesaggistica e archeologica che ancora oggi il sito archeologico continua a restituire, guidati da un archeologo mentre la musica, da sempre potenza dell’uomo risveglia la natura, la storia ed i visitatori si muovono al passo del ritmo delle note musicali, avvolti dalla narrazione.

 

Quando ancora è notte ed i templi sono ancora avvolti dal buio, i visitatori attraverso la guida di un archeologo, verranno condotti ai templi della collina che guarda l’Oriente. Saranno le avvolgenti parole e ritmi musicali, che riporteranno alle antiche trame del Mediterraneo, in tempi molto lontani, quando ancora la Sicilia era abitata dai Feaci e dai Lotofagi.

 

Tra loro vi era una donna anziana che tesseva con grande praticità i loro abiti, l’unica che custodiva gli antichi saperi della tessitura, utilizzando un fuso che, ancora in piedi, è visibile tra le rovine del tempio dedicato a Zeus. Ma questo fuso sembra avere ancora vita, tessendo trame di culture geograficamente separate dal Mar Mediterraneo, ma legate tra loro, con l’utilizzo della musica che unisce spazio e tempo nei territori della Sicilia.

 

I visitatori verranno accolti all’ingresso dal personale di accoglienza del Parco, verranno divisi in gruppi e sarà fornita loro l’audio guida, per ascoltare meglio le parole dell’archeologo e rimanere uniti al gruppo. Al termine del percorso, potranno fare colazione, accolti splendida cornice del Baglio Florio.

 

Attraverso la musica si verrà a creare un nuovo modo di visitare il Parco Archeologico di Selinunte, ma non solo, sarà un lungo viaggio tra storia e bellezza che unisce natura e paesaggio di un sito archeologico che alle prime luci dell’alba crea una sensazione unica e inedita.

Back to top
en_GB