AREA ARCHEOLOGICA BAGNI GRECI – GELA

 
Resti dei Bagni greci

Bagni Greci di Gela sono stati scoperti nel 1957, a seguito di scavi archeologici condotti nella zona di Via Europa. Questi rappresentano dei veri e propri stabilimenti termali risalenti all’era ellenistica. Nel 282 a.C., in seguito alla distruzione della città, anch’essi furono rasi al suolo.

 

La struttura era organizzata in due ambienti separati da un muro in mattoni di argilla cruda.
Il primo ambiente contiene due gruppo di vasche, costituiti a sua volta da 14 e 22 vasche. Il gruppo minore era disposto a ferro di cavallo, mentre il maggiore a cerchio intorno ad un pavimento in conglomerato. Il materiale utilizzato per realizzare queste meravigliose vasche era talvolta una miscela di fittili e arenaria, altre volte terracotta e portatili.

 

Il secondo ambiente conteneva un sistema di riscaldamento che conteneva una particolare cella che veniva utilizzata come una vera e propria sauna.

Back to top
en_GB