IL TEMPIO DI AFRODITE SUL MONTE IATO

 

Il Tempio di Afrodite costituisce la più antica area sacra rinvenuta a Monte Iato. Costruito intorno al 550 a.C., questo tempio presenta dimensioni di 17,8 metri in lunghezza e 7,2 metri in larghezza, caratterizzandosi per l’assenza di colonne esterne, seguendo la tipologia nota come “a oikos”, diffusa in Grecia e in particolare in Sicilia. La struttura della pianta è tripartita, con un vano posteriore chiuso, noto come adyton, tipico della Sicilia greca occidentale. Due colonne separano la cella dall’ingresso, noto come pronao. Di fronte al tempio, si trovava un altare a bassa elevazione costituito da imponenti blocchi.

 

Verso la fine del IV secolo a.C., il tempio subì delle riparazioni e la cella fu ulteriormente suddivisa da un muro trasversale. Gli scavi attorno all’edificio hanno rivelato la presenza di lucerne votive, indicando che il tempio mantenne la sua funzione di luogo di culto per l’intera durata della sua esistenza, fino alla sua distruzione definitiva intorno al 50 a.C.

 

L’identità della divinità venerata nel tempio è giunta a noi grazie a un’iscrizione su una coppa dedicata alla dea Afrodite. Questo antico luogo sacro rappresenta non solo un esempio significativo di architettura religiosa dell’antica Grecia, ma anche una testimonianza tangibile della pratica continua di culto nel corso dei secoli, fino al suo tragico destino nel I secolo a.C.

Articoli correlati

Back to top
it_IT