GLI STATI GENERALI DELL’ARCHEOLOGIA AL TOURISMA

 

L’Associazione Nazionale Archeologi (ANA) parteciperà anche quest’anno alla decima edizione di tourismA, il Salone dell’Archeologia e del Turismo Culturale, programmato a Firenze dal 23 al 25 febbraio 2024. Come consuetudine, la presenza dell’associazione di categoria degli archeologi italiani sarà caratterizzata da un calendario ricco di eventi e attività. Lo stand espositivo, gestito dai rappresentanti e dai soci ANA della sezione Toscana, sarà accessibile per l’intera durata dell’evento, offrendo informazioni, possibilità di iscrizione o rinnovo del tesseramento, e ospitando un angolo della casa editrice All’Insegna del Giglio con sconti dedicati ai soci e non soci.

 

Gli eventi ANA avranno inizio il 23 febbraio con la presentazione del primo volume della collana editoriale Analysis. Archeologia – Professione – Ricerca, curato dall’ANA e pubblicato da All’Insegna del Giglio. Durante l’incontro, Carlo Beltrame dell’Università di Venezia e Stefano Medas dell’Università di Bologna presenteranno la monografia di Elisa Costa dal titolo “I rivestimenti degli scafi dall’antichità all’età moderna”. Marcella Giorgio, Vicepresidente Nazionale ANA, modererà l’evento.

 

Il 24 e 25 febbraio, l’Associazione Nazionale Archeologi ha convocato gli Stati Generali dell’Archeologia, in collaborazione con FCdA, API, Archeoimprese e Assotecnici, dopo più di dieci anni dall’ultimo incontro. In due giornate intense, si svilupperanno 5 sezioni ricche di contenuti mirate a fare il punto su tematiche cruciali e attuali dell’archeologia italiana e ad aprire il dibattito sulle prossime sfide a medio e lungo termine che attendono la disciplina e i suoi professionisti. L’evento avrà luogo il 24 febbraio 2024 in Sala Verde dalle 14:15 alle 18:15 e il 25 febbraio 2024 in Sala Limonaia dalle 09:15 alle 13:30.

 

Alessandro Garrisi, Presidente Nazionale ANA, dichiara che in questa edizione di tourismA l’ANA conferma la sua vocazione al dialogo e alla mediazione come strumento per lo sviluppo positivo del settore. Gli Stati Generali dell’Archeologia rappresentano un momento straordinario di riflessione sullo stato e sul futuro dell’archeologia in Italia, coinvolgendo diverse entità come la Federazione delle Consulte universitarie di Archeologia, Archeoimprese, API – Archeologi del Pubblico Impiego e Assotecnici. Marcella Giorgio, Vicepresidente Nazionale ANA, sottolinea che questa iniziativa, costruita “dal basso”, riflette la presa di coscienza da parte di quanti lavorano nell’ambito archeologico in Italia negli ultimi anni, evidenziando il valore della professione e la costante volontà di migliorare contesti, normative e applicazioni. Si auspica che l’archeologia italiana emerga più forte da questa occasione, contribuendo alla creazione di politiche professionali per gli anni a venire.

Back to top
en_GB