IL MUSEO CIVICO ETNOGRAFICO DI LINGUA A SALINA

 

Il Museo Civico di Santa Marina rappresenta una delle istituzioni culturali più significative di Salina, trovando dimora all’interno di una storica casa patronale dell’Ottocento, situata nella pittoresca frazione di Lingua. Distribuito su due piani, il museo accoglie diverse collezioni etnoantropologiche, vulcanologiche e archeologiche, offrendo un viaggio attraverso la storia e la cultura dell’isola.

 

La sezione storica del museo abbraccia oltre cinque secoli di storia eoliana, fornendo un’affascinante panoramica delle vicende che hanno plasmato la vita dell’arcipelago nel corso del tempo. La sezione archeologica, invece, presenta una pregevole collezione di antichi reperti provenienti dagli scavi del sito archeologico di Portella. Tra questi, emergono attrezzi da lavoro e utensili impiegati per la produzione dell’olio d’oliva eoliano, insieme a “u trappitu”, il grande frantoio che trova collocazione nella stanza centrale del museo.

 

In considerazione della forte connessione dell’isola con l’attività ittica e il suo stretto legame con il mare, diverse sezioni del museo sono dedicate alla pesca e alla lavorazione del corallo. Queste aree offrono uno sguardo approfondito sulle tradizioni marinare e sulle abilità artigianali che hanno caratterizzato la vita delle comunità locali nel corso dei secoli. Il Museo Civico di Santa Marina si configura così come un prezioso scrigno di conoscenza, narrando le vicende passate di Salina e preservando il ricco patrimonio culturale dell’isola per le generazioni future.

Back to top
en_GB