ARCHAEOLOGICAL SITES

  
GROTTE DI SCURATI
The cave opens along the limestone cliff, in correspondence with a high and narrow fissure in the rock, divided into two areas by a wall in plastered limestone blocks: the innermost part, which, according to the evidence collected on the site, it was first used as a dwelling and only later as a shelter for animals, and the outer part occupied by two-storey buildings that overlook a cobbled street.
AREA ARCHEOLOGICA ROCCA DI ENTELLA
La Rocca d’Entella si erge isolata a dominio del territorio, raggiungendo la quota di 545 m s.l.m. sul versante meridionale, mentre il versante settentrionale va digradando con pendii più o meno ripidi e scoscesi verso il fiume Belice, oggi sbarrato da una diga, la cosiddetta Diga Garcia.
AREA ARCHEOLOGICA DI MONTE CASTELLAZZO
The settlement on Monte Castellazzo, at 614 meters above sea level, was discovered around the 1950s; it was the seat in the archaic age of one of the most important indigenous settlements of the Belicine area together with Monte Maranfusa, Entella, Segesta, from which it is a few kilometers away as the air line.
AREA ARCHEOLOGICA DI MOKARTA
Il sito rappresenta una delle più importanti testimonianze di epoca preistorica in Sicilia. Si tratta di un villaggio, ubicato sulla sommità della Collina di Mokarta, risalente alla Tarda Età del Bronzo (XIII-X sec. a.C.) e costituito da capanne a pianta circolare caratterizzate dalla peculiarità di un doppio ingresso.
AREA ARCHEOLOGICA SAN MICELI
La Basilica di San Miceli, situata nella contrada Vado, nel territorio di Salemi, rappresenta una delle più interessanti testimonianze di epoca paleocristiana presenti nella Sicilia occidentale.
Back to top
en_GB