SELINUNTE: ARCHEOBIKE E VISITE NOTTURNE

 

Una pedalata, unica nel suo genere e una sosta al il tempio mentre si ascoltano le spiegazioni in cuffia, per poi proseguire immergendosi in una natura prorompente: Selinunte è il primo parco archeologico siciliano a scommettere sul cicloturismo, costruendo percorsi specifici adatti agli amanti delle due ruote che potranno vagare in bici tra i templi.

 

Entrare nel parco archeologico di notte e lasciarsi avvolgere da profumi improvvisi, mentre i templi appaiono come fantasmi che emergono dal buio e il mare in sottofondo, c’è ma non si vede. Visitare Selinunte di notte e non dimenticarlo per sempre: è un’esperienza che chiunque si porterà dietro come un ricordo indelebile. I templi dorati nella notte sembrano quasi infiammarsi, la volta celeste è visibile come non mai anche perché si è lontani da fonti luminose metropolitane.

 

E se non si vuole perdere la possibilità di scoprirne i segreti anche dopo il tramonto, sotto la volta stellata che si riflette sul mare, ecco ritornare le suggestive visite guidate La luna sui templi di Selinunte: i visitatori si incammineranno verso la Collina Orientale per scoprire il Tempio E o Heraion; il Tempio F probabilmente dedicato a Dioniso; e verso il Tempio G, più o meno coevo, che è nella classifica dei cinque templi greci più grandi in assoluto. Nella notte appariranno improvvisi e scenografici, gli elementi architettonici crollati e si raggiungerà il Baglio Florio per visitare il museo che accoglie reperti provenienti da diverse aree dell’antica città. La prima visita sarà domenica alle 21.30, poi dalla prossima settimana, ogni venerdì, sabato e domenica, sempre alle 21.30 (ticket: 10 euro + il biglietto di ingresso al Parco).

Back to top
it_IT