NECROPOLI IN CONTRADA CARDUSA A TRIPI

 
Resti della necropoli

La necropoli di contrada Cardusa, nel Comune di Tripi, si estende su una vasta area collinare a Nord dell’antico abitato di Abakainon e di Pizzo Cisterna.
Le sepolture rivelano particolare impegno costruttivo, mostrando caratteri spiccatamente monumentali, per essere costituite da un vero e proprio monumento funerario sovrastante (epitymbion). Realizzati in arenaria locale, i monumenti funerari presentano diversificate tipologie. Al tipo più semplice, costituito da un dado sormontato da stele o da colonna, si affiancano quelli più complessi, con dado portastele collocato su un basamento a gradoni formato da due o tre blocchi litici parallelepipedi sovrapposti, secondo una tipologia abbastanza frequente nelle necropoli siceliote di età tardo-classica ed ellenistica.

I ricchi corredi funerari restituiti dalle numerose sepolture indagate, costituiti da ceramica, bronzi, oreficerie e monete, hanno permesso di fissare l’uso della necropoli in un arco di tempo compreso tra la seconda metà del IV e la fine del III sec. a.C. Reperti provenienti dalla necropoli sono esposti nel Museo Archeologico Comunale “Santi Furnari” di Tripi, con il supporto di un valido apparato multimediale.

Back to top
it_IT